Coinqui

L’AMICA DEL CUORE

La sua ‘amica del cuore’ è una repressa. Potrebbe esplodere, e diventare socialmente pericolosa. Potrebbe uccidermi nel sonno una volta resasi conto di essere un burattino nelle mani della Megera terrona. Ma analizziamola con la dovuta calma, questa A.D.C:

 

LIVELLO 1, L’ESTETICA. Sotto questo punto di vista la A.D.C. non si presenta male: piuttosto magra, carina, vestita con gusto banale ma non deplorevole, sapientemente truccata e pettinata.

LIVELLO 2, LA PRIMA IMPRESSIONE. La A.D.C. era presente il giorno in cui io sono andata a vedere l’appartamento, chiaro segnale dal quale avrei dovuto intuire che sarebbe stata compresa nel pacchetto immobiliare. La prima impressione non è stata negativa: la A.D.C. rideva sempre. Piena di senso dell’umorismo e solare, ho pensato.

LIVELLO 3, LA RISATA. La risata della A.D.C. è onnipresente. Qualsiasi cavolata provoca alla A.D.C. uno sghignazzo. E tale sghignazzo le deforma il viso. Senza avvertimento alcuno dalla sua bocca emergono enormi incisivi, il naso le si arriccia come soltanto ai conigli succede, mentre i suoi occhi si riducono a due fessure scure leggermente arcuate, come ai personaggi dei manga.

LIVELLO 4, LA VITA SENTIMENTALE. La vita sentimentale della A.D.C. è sfigata, o almeno così la Megera la definisce dando le colpe al Fato e al Destino Avverso. La A.D.C. cerca l’uomo perfetto: un uomo prestante, simpatico, dolce, sensibile… Ad esser precisi ne vorrebbe uno di quelli che vede ogni pomeriggio a “Uomini e donne” (ovvero lampadato, che si depili le sopracciglia, palestrato, coi denti sbiancati, senza cervello, vestito da imbecille). Però si accontenta di uscire con quelli che la Megera le trova e impone. Purtroppo, tali pretendenti, sembrano non provarci mai, riducendola in un’abissale condizione di frustrazione.

LIVELLO 5, L’AFFETTIVITÀ. Non trovando sfogo alcuno alla sua affettività repressa, la A.D.C. richiede coccole alla Megera. Ricordo con chiarezza i suoni uditi durante una notte che ho avuto il piacere di trascorrere in loro compagnia:

A.D.C, mugolando: “Nel mio letto mi sento sola…”
Megera, col tono di chi sta offrendo un enorme favore: “Vuoi venire nel mio?”
A.D.C, con infantile entusiasmo: “Sì!” poi, una volta sotto le coperte: “Mi fai le coccole?”
E da lì in poi raccapriccianti, diabetici suoni di bacini schioccati e risatine.

LIVELLO 6, IL RAPPORTO CON LA MEGERA. La Megera ordina, organizza, decide, spartisce, accoppia, distrugge, impone. La A.D.C. obbedisce. Si sospetta una sua anomala relazione con la madre: ricorrendo alla Megera la A.D.C. sembra voler sopperire la mancanza di una figura femminile autoritaria e, a volte, protettiva.

RISULTATO DELL’ANALISI: cavoli suoi, che rimanga repressa, ‘st’imbecille.

 

Annunci

25 pensieri su “Coinqui

  1. …silvia…non stai esagerando un pò…?????????? dovresti avere un po di rispetto per una persona che in fin dei conti non conosci…

  2. Ehr… sono mica un pochino lesbiche? Io non mi sono mai infilato nel letto di un milite o dell’autista di GM quando ho carenze d’affetto…

  3. Ma esiste davvero, gente del genere? Una parte di me spera, per il bene dell’umanità, che tu sia una grandissima autrice umoristica, e che tutto questo sia solo un’invenzione.
    Purtroppo, un’altra parte, forgiata da 6 anni di convivenze varie con buffe creature, sa che è tutto vero e possibilissimo…

    a.

    ps: esiste una variante dell’amica-del-cuore-che-fa-parte-del-mobilio: il moroso/a che fa parte del mobilio. Noi ne avevamo uno che ogni tanto, non ho mai capito perché, passeggiava avanti e indietro per il corridoio, mentre la ragazza stava in camera a parlare con la coinquilina. O__O

  4. …ci andiamo giù pesanti! L’accusa dell’essere succube di una “terrona” è pesante… Non vi riuscite proprio a prendere eh? 🙂

  5. Più ti leggo più adoro la tua cattiveria nelle descrizioni. Ma sai recitare? Se organizzi una reading session delle tue cattiverie voglio il posto in prima fila!!!!!

  6. …condivido la costante cattiveria di silvia in questo blog…il tuo silvia è un dente avvelenato che dopo un po comincia a stancare…

  7. per la reading session, voglio esserci anche io! denti avvelenati a parte, scrivi bene, mi diverte leggere il tuo blog..mi sa che me lo metto nei preferiti, sono stufa di passare per scatafashion ogni volta!^^

  8. Comincia a stancare? Io la inviterei a vivere a casa mia per poi leggere le critiche…mi sto quasi innamorando! E’ la prima volta che vado indietro a leggere un blog dall’inizio

  9. sto seguendo dall’inizio questo blog di silvia e lei sa quanto la stimo per come scrive…ma credimi…spara sempre a zero su tutto…e a questo punto mi chiedo: ci sarà qualcosa di positivo in quella casa nella quale vive???

  10. Ah Ladynight marrana cos’è una scusa per snobbarmi? Io invece capisco a pieno sssssilvia, mi lamento sempre di tutto ma lo faccio in maniera tale che i racconti seppur veri sembrino surreali e strappino un sorriso alla gente,cosa che credo voglia fare anche sssssilvia. e poi scusate ma la sua coinquilina mi sta proprio in c**o!!!
    Andrè

  11. Elvis di positivo nella casa c’è l’ispirazione che genoveffa&anastasia (una coinquilina che sembra le due sorellastre di cenerentola messe insieme) ^__^ quotidianamente porge su un piatto d’argento a ssssssilvia che la porta a deliziarci con questi meravigliosi post… e ti pare poco???

  12. Elvis, mi spiace se il mio ‘veleno’ (tra virgolette perchè è poco pericoloso!) inizia a stancarti… Sostanzialmente su questo bloggino pratico l’arte genovese del mugugno sdrammatizzante. Io mi incazzo davvero per le cose di cui scrivo, ma nel rielaborarle in chiave ironica mi passa l’incazzatura e sfogo lo stress. Ecco, è come andare dall’analista… Solo che qui pago soltanto la connessione! 😉

  13. …un consiglio silvia…cerca di non farlo diventare il luogo del vociferare e della derisione…secondo me ora hai bisogno di un salto di qualità…

  14. Intervengo se permettete: no, Silvia non sa recitare! oppure è cosi merylstreep che non me ne sono mai accorto! Ma i readings potrebbe farli…e verrei anche io. Credo che per lei il blog sia catartico e funzioni meglio del Tavor contro le infestanti terruncielle. E poi non credo annoi, se riesce a dosare “veleno” e humour Quindi: continua a farci ridere, giovine! Kisss, Big Puppet

  15. Seeee, seeeee…. Mi accontenterei per ora di una efficacissima recitazione alla Pamela Anderson. Tette a parte, mi ricorda tanto le pitture tombali egizie, non so perchè! Come dite? Ah, davvero sono le tette che recitano e non lei?! BP

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...