883 e Articolo 31

La mia grande idea di qualche giorno fa era cambiare la mia tesi con: 883 e Articolo 31: topoi, temi e prospettive della gioventù di provincia e di periferia nella musica leggera italiana degli anni Novanta.

Ma era soltanto un’idea, dato che a un mese dalla consegna e dopo un centinao di pagine scritte sul vecchio argomento risultava un tantino improbabile cambiarla. Ho continuato, ligia e paziente, a ingrassare i capitoli abbozzatti, facendo la spola tra casa e la biblioteca con decine di libri sulle spalle. Tra questi: AA. VV., Global Culture, Routledge, New York 2002.

Capitolo 12: Blackface in Italy. Sesto paragrafo: Italian Rap: Articolo 31.

Se in Marketing della Cultura, che mi accingo a leggere, trovo anche solo una nota infrattata a pie’ di pagina su Max Pezzali giuro che cambio.

P. S. Il quinto paragrafo è dedicato alla linea di abbigliamento Killah, quello che qualche anno fa aveva per logo una Bratz ante-litteram in cui io e le amichette di periferia amavamo identificarci. Quanti ricordi di cui vergognarsi…

Annunci

3 pensieri su “883 e Articolo 31

  1. se trovi un capitolo intitolato “la diffusione subliminale di nuovi stili di marketing: l’arrotino alle 8 di domenica mattina: donne, è arrivato l’arrotino, DONNE, si fa nulla?” giuro che ti faccio da ghost writer per la tesi, gratis.

  2. Non puoi sminuire la musica degli 883 riducendola a puro marketing!

    Propongo la fondazione di un comitato per la promozione della cultura nella musica degli 883!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...