A caval donato noi gli facciamo i calchi, la panoramica, e pure il test del DNA

                          A caval donato noi gli facciamo i calchi, la panoramica, e pure il test del DNA.

Lo sappiamo tutti: il regalo riciclato è moralmente inaccettabile. A forza di ripeterla, questa essenziale regola del vivere civile si sta radicando nelle menti della popolazione terrestre, che sempre più spesso reprime nel profondo del proprio animo la tentazione di ri-fasciare e ri-donare la clessidra che canta Jingle Bells ricevuta dalla cugina della zia della cognata. Ma negli spazi di pubblico dibattito non si parla abbastanza di un’altra piaga sociale tipica del periodo festivo: il regalo tarocco. Esso consiste in un oggetto che sarebbe tale se e solo se prodotto e firmato da un celebre marchio, ma prodotto e firmato da un marchio farlocco.*

Evitare di offrire regali tarocchi sarebbe assai semplice: basterebbe scegliere i propri doni tra oggetti poco costosi e privi di qualsivoglia logo, neutri ma graziosi e, possibilmente, congrui ai gusti di chi li riceverà.

Tutto ciò per dire che cosa? Voglio forse smuovere l’opinione pubblica? Voglio forse migliorare i disdicevoli costumi di questa gretta società in declino? No, voglio solo insulatare una persona coi capelli color topo, che non puoi menarmela per mesi con la storia “ti regalo l’ipod ti regalo l’ipod ti regalo l’ipod” e poi presentarti al mio cospetto con un lettore mp3 made in China che piglia fuoco appena lo accendo, ha la batteria che si esaurisce dopo un’ora e reca un menu con perle linguistiche quali Ripreti una volta, Effetto del cavaliere, Spigola pesante. Che caspita vuol dire? L’hanno tradotto coi biscotti della fortuna? Tra l’altro ho cercato il prezzo in internet, e con dieci euri in più mi avresti potuto comprare lo Shuffle. Pezzente.

* Ad esempio: le bimbe che chiedono a Babbo Natale una Barbie, ci rimangono male se strappando la carta rossa e lucente del loro pacchetto trovano Tanya, o peggio ancora Barby. I ragazzetti di periferia si inkazzano, se avendo chiesto il berretto D&G trovano sotto l’albero un pezzo di lana che reca su di sé l’acronimo D&C.

Annunci

37 pensieri su “A caval donato noi gli facciamo i calchi, la panoramica, e pure il test del DNA

  1. Meglio non farli proprio, certi regali..
    Non è che io sia un fanatico del regalo griffato a tutti i costi, ma il regalo tarocco è detestabile quasi come quello riciclato..

    F.

  2. Esattamente il mio pensiero!
    Se devi fare regali “così” evitare di farli! Il regalo non è un dovere ma un piacere!
    PS: Bella la storia dell’mp3 from China… roba da restarci secche!
    1 bacio e buone feste cara
    Chjara

  3. Io volevo prenderne uno su ebay… per me ovviamente, “da combattimento”. Ma se prende fuoco meglio di no 😀

  4. Fantastica! Troppo simpatiha…tu, ovviamente, quella dai capelli color topo un tantino meno..;)
    certo che gli i.pod tarocchi mica li ho visti in giro..ma ‘ndo l’ha scovato?!?!?!:D diciamo che hai un pezzo unico nel suo genere… :S
    kiss.
    Buone Feste!

  5. La soluzione potrebbe essere smetterla con questa tradizione becera del regalo. Che è, perlopiù, consumismo. Nella vita di una persona puoi farle al massimo 3-4 veri regali. Il resto è robbbba.
    See ya!

  6. concordo in pieno.
    inoltre questo discorso si può estendere anche ai capi d’abbigliamento.. perchè non comprare un bel paio di calzini carini tinta unita, o a fiorellini, secondo i gusti, anzichè quelli che recano la scritta: Fuma, PIuma, Nke ecc..?
    bah.

  7. xD qualcuno ha detto che dovresti far sentire qualcosa al signor capelli grigio topo, così diventerebbero color grigio fumo d Londra. Opto x quella. 😉 Baci!

  8. Come la maglia che regalarono al mio amico.
    Quella riproduzione perfetta.
    Col baffo perfetto.
    Materiale ineccepibile.
    E con la scritta ” nice ” invece di ” nike “.

  9. naaaaaaaaaaaaaaaa non hai capito il senso del regalo…
    è un mp3 dalla musica che infuoca le orecchie ed a tua richiesta ti cuoce una spigola nell’acqua pesante.^_^

    Preferisco fare dei regali non di marca ma particolari e specifici per la persona. Non mi piace il regalo perchè di prada o di gucci..apprezzo il gesto della persona che ha cercato qualcosa per la mia persona e per il mio modo di essere…

    buon anno. la China Exportation ti da il benvenuto per aver scelto un prodotto che infuoca…al gusto di spigola!!!

  10. lo so che è fine febbraio quasi e sono fuori tema ma io sono bravissimo nel riciclare regali (ho ricicilato un cd di ornella vanoni a natale)
    pretendo di vedere la foto

    IsteriaPersonificata

  11. a me non piace molto fare i regali, però se devo proprio, cerco di comprare qualcosa di carino……….una volta anch io ho ricevuto un regalo riciclato!!! era una crema corpo all’ albicocca. il barattolo era tutto ingiallito, l’ etichetta tutta staccata ai bordi, e per di più la crema era dimezzata. ma la cosa che mi ha scovolto di più è stata l’ espressione di perfetta serenità della persona che me l’ ha regalata. ti assicuro. considerato che non so nascondere le emozioni avrò avuto certamente un’ espressione orribile. ho abbozzato un sorriso, me ne sono andata, e un volta tornata a casa ho messo quella lurida crema sul fondo di uno scaffale…dove tutt’ ora giace. che bello fare regali °-°

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...