Tapparella giù

Tapparella giù.

Milano, 7 novembre 2008. Sta per volgere al termine l’orribile settimana di Viola Scintilla. Apertasi con un fastidioso mal di denti e con scarsi successi alla lezione di disegno del lunedì sera, la settimana è proseguita con letargici obblighi lavorativi e con un disperato rientro alla terra natia per affidarsi alle cure dell’Odioso Dentista. “Aveva funestato la mia adolescenza con griglie e apparecchi ortodontici: ancora gli attribuisco la colpa dei miei insuccessi alle feste delle medie”, ha dichiarato la blogger massaggiandosi la guancia sinistra. “Nel momento in cui mi ha prospettato l’ipotesi di una devitalizzazione, ho scoperto che la fonte del mio rancore e del mio terrore nei suoi confronti era tutt’altro che prosciugata”.

La settimana non ha svoltato neppure dopo questo incontro e, giovedì, Violetta si è ritrovata a un’allegra cenetta in cui nessuno, oltre a lei, riusciva a rilevare anomalie nella figura dell’attuale Presidente del Consiglio. “Il suo successo imprenditoriale dimostra che è un individuo al di sopra della media”, udiva blaterare Violetta mentre i suoi sensi erano annebbiati da una lieve reazione allergica ai medicinali prescritti dal dentista e, soprattutto, dalle espressioni mimiche e prossemiche cariche di rispetto e ammirazione che accompagnavano le altrui esternazioni sul Primo Ministro italiano.

“Questa cena è stato l’unico episodio di socialità verificatosi nel corso della mia settimana orribile”, ha commentato Viola Scintilla scorgendo nel venerdì la remota possibilità di un riscatto. “Durante il fine settimana mi perderò Artissima e i primi giorni della Triennale di Torino, ma cercherò di rigenerarmi dedicandomi alla misantropia e peregrinando da Forma a Palazzo Reale, dalla Triennale alla Fondazione Pomodoro e da lì all’Hangar Bicocca. Con Il Manifesto sottobraccio”.

Annunci

13 pensieri su “Tapparella giù

  1. brava, rifatti nel fine settimana! hai un ottimo programma. io appena posso torno a vivere a milano, perché qui dove sono non c’è nulla di nulla, manco le cene odiose.

    francesca

  2. massima solidarietà per il dentista e per la cenetta. forse era un bene che i tuoi sensi fossero un tantino annebbiati 🙂
    sei andata, o andrai, a vedere la mostra di crepax alla triennale?

  3. In caso di mancato coraggio consiglio antinfiammatori in quest’ordine:
    Oki, Niflam, Novalgina, Xanax.
    Dove Oki corrisponde a lieve dolore, Niflam con medio, Novalgina per alto e Xanax con voglio morire ma sono piuttosto pigro.
    Se neanche così ti passa conosco un bravo dentista a Lourdes.

  4. Mi era stato prescritto Augmentin, il cui bugiardino dichiarava: adatto a un sacco di problemi (ma non alle infiammazioni delle gengive), provoca nausea a una persona su cento. Fiera di essere quella persona, sono passata alla Spiramicina, già testata in precedenti gengiviti ma abbandonata a metà terapia (non mi sento mai sufficientemente grave da ingerire antibiotici). Per il futuro, terrò presente la tua classificazione… Anzi, mi farò prescrivere i farmaci da te, ché l’Odioso Dentista non ci azzecca.

  5. anche io ho una mezza idea di andare a vederla,mi incuriosisce… allora aspetto una tua opinione a riguardo.
    ps. il concept ‘misantropia’ mi è molto vicino, direi empatico.

  6. sono riconoscente al mio dentista,mi ha segnato la strada del sado-maso negli orari di ufficio.
    Inoltre,penso che peggio di qualsiasi intervento dentistico vi siano..come definirle??I pirlotti filo berlusconiani,in un certo senso però la loro idiozia ti fa passare in secondo luogo i tuoi dolori derivati dal lavoro del dentista-ma nel 2008 ancora con trapani della guerra 15-18 dovete usare?
    Ecco,la soltita confusione italiana che ci porta sulla strade del male minore!

  7. l’arte è niente se ti puzza l’alito. il mal di denti non è una bella cosa quando si parla di cose belle e profumate. curati i denti e poi parla d’arte puzzona!!

  8. cara Viola…ti leggo sempre e credo proprio ke in un’altra vita eravamo grandi amiche e ridevamo come pazze!in bocca al lupo x il dente e x tutto!^_^
    naika

  9. Viga, ho avuto una visione: un parallelismo tra l’Odioso Dentista che si tinge i capelli e il nostro giovane Primo Ministro.
    Fai attenzione, Zapcity, che con un’alitata potrei stroncarti.

  10. Tu sai che dovresti usare un colluttorio.

    Fai come l’amica Carfagna, se posso:

    Per il resto il Manifest è utilissimo anche per pulire il culo, soprattutto quelli che ce l’hanno in faccia e sparano scorregge a cena.

    Porta pazienza e un caro saluto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...